Lavoro autonomo

Le opportunità del lavoro autonomo. Imprenditori di se stessi.

lunedì, 26 marzo 2018

Riccarda Zezza tra le vincitrici del Premio Europeo “Donna Terziario”

Il Gruppo Terziario Donna di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza premia imprenditrici che hanno valorizzato la figura femminile nel loro contesto sociale ed economico.






Pregnant woman working on laptop. Cropped image of pregnant businesswoman typing something on laptop while sitting at her working place in office

Nel corso di un evento ufficiale che si è svolto oggi lunedì 26 marzo presso Palazzo Castiglioni a Milano, Riccarda Zezza, CEO di Life Based Value, riceve il Premio Europeo “Donna Terziario”. Giunto alla sesta edizione, il Premio rappresenta un riconoscimento allo sviluppo delle attività imprenditoriali femminili che si sono distinte in un contesto europeo e che hanno permesso di migliorare la qualità della vita professionale delle donne lavoratrici.

 

Unica italiana tra le 3 donne premiate, Riccarda Zezza ha ideato insieme ad Andrea Vitullo nel 2012 il programma MAAM – Maternity As A Master –, un percorso di formazione destinato a donne in gravidanza, neo-mamme e, dal 2017, anche neo-papà di bambini fino ai 3 anni di età, che trasforma la genitorialità in un master per lo sviluppo di competenze trasversali. Rivoluzionando i tradizionali metodi di apprendimento, MAAM risponde alla reale esigenza delle aziende di investire in soluzioni formative all’avanguardia. Le competenze soft, ormai riconosciute essere fondamentali per l’efficacia lavorativa, sono molto difficili da migliorare perché richiedono un esercizio pratico molto costoso da riprodurre in aula. Il metodo MAAM consente invece di trasformare la quotidianità della vita delle persone in una vera e propria palestra di formazione, sempre disponibile e senza sforzi aggiuntivi.

 

MAAM è un vero e proprio programma di sviluppo del capitale umano: il percorso digitale lanciato a fine 2015 è oggi utilizzato da oltre 30 aziende in Italia: Poste Italiane, Unipol, Coca-Cola, Unicredit, ENEL, OVS per citarne solo alcune.

 

MAAM risponde all’esigenza di creare un ponte tra l’esperienza della maternità e l’esperienza lavorativa delle proprie collaboratrici. Il progetto agisce su aree strategiche quali diversity e inclusion, talent management e retention, engagement, trasformando la maternità da “problema” per le aziende (ancora oggi è altissima la percentuale di donne che abbandonano il lavoro dopo la nascita di un figlio: 1 su 4 secondo l’Istat) a opportunità di crescita e soddisfazione professionale.

 

Riccarda-MAAM

“Ho vissuto in prima persona la frustrazione di molte donne: un momento di crescita importante come la nascita di un figlio viene spesso visto come un problema nell’ambiente lavorativo, e questo nonostante si faccia un gran parlare di diversity e si investa molto nella formazione delle competenze soft”, ha commentato Riccarda Zezza, CEO di Life Based Value (nella foto). “MAAM nasce da questa esperienza e rivela con risultati concreti che avere ruoli diversi non è un fattore limitante, ma, anzi, arricchisce le persone, dando maggiori energie e creando sinergie tra vita privata e professionale”.

 

“Ricevere questo riconoscimento è motivo di grande orgoglio per me. Vedo le donne come ‘paesi emergenti’: con ancora tutto da dimostrare e tanto valore da portare al mondo, ma anche con tutta la voglia e l’energia necessarie a farlo. Non si tratta di aiutare le donne, ma di aiutare il mondo attraverso le donne”, ha concluso Zezza.

a cura della Redazione
Tags: diversity e inclusion, Life Based Value, MAAM, retention, talent management

Non sono presenti commenti per questo articolo.


Lascia un commento »