Politica

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta

LEGGI ANCHE...

Ci sono una miriade di luoghi comuni che molto spesso dividono il web, come ad esempio: “non può esserci amicizia tra uomo e donna”, “due ex non potranno mai essere amici”, “Ma figurati se il tuo ex marito è amico di tuo marito!!”. Bene su quest’ultima utopia, la lezione ci arriva proprio dal cantante Lenny Kravitz, che per i 41 anni di Jason Momoa, attuale marito della sua ex Lisa Bonet, ha pubblicato un post su instagram con i suoi auguri più profondi: “Buon compleanno. Una famiglia. Un amore”. Un gesto che ha conquistato i social e reso ancora più invidiabile la posizione della Bonet.

L’attore ha infatti subito risposto agli auguri con tanti cuoricini e un messaggio molto tenero: “Ti amo ohana (famiglia in hawaiano). Mi manchi”. I follower hanno apprezzato il gesto e si sono complimentati con entrambi per il modo maturo e intelligente di gestire la loro famiglia allargata. Lenny ha subito replicato che la fusione tra le due famiglie è stata “facile e bella fin dal primo momento”.

La dimostrazione di come l’amore, se autentico, possa trasformarsi e diventare ancora più forte esprimendosi sotto altre forme, come ad esempio il rispetto per la nuova vita dell’altro.

La “Denise” dei “I Robinson”, in fatto di uomini ci ha visto lungo, sposando due bellezze straordinarie che col passare degli anni diventano ancora più sexy. La Bonet è stata infatti sposata con Lenny Kravitz dal 1987 al 1993 e i dal matrimonio è nata Zoe, che ha preso il meglio da entrambi i genitori diventando attrice e cantante di successo. Dal 2005 è invece legata a Momoa (sposato nel 2017) e la coppia ha due figli: Lola e Nakoa-Wolf.

L’attrice può dirsi fortunata e vantarsi di avere un marito e un ex marito che oltre ad essere entrambi bellissimi, sono anche amici…. facile capire perché sia invidiata dalle donne, ma è certo che questa bellissima serenità famigliare è frutto di un lavoro coraggioso basato solo ed esclusivamente sull’amore.

Blitz dei carabinieri del Nas (Nucleo antisofisticazione e sanità) di Milano nelle Rsa (Residenze sanitarie assistenziali per anziani) e in un ospedale dalla provincia di Como. I militari dell’Arma hanno sequestrato le cartelle cliniche di 363 pazienti deceduti nei mesi della pandemia nell’ambito di un’inchiesta, avviata pochi giorni fa dalla procura della Repubblica di Como, per omicidio ed epidemia colpose, come già avvenuto in altre province lombarde e non solo.

A far scattare le indagini sono stati 26 esposti presentati dal personale sanitario delle strutture – 17 le Rsa coinvolte – e dai famigliari delle vittime di Covid-19. Per ora, l’inchiesta è a carico di ignoti. “Bene gli accertamenti nelle Rsa, serve fare luce per una sanità migliore” spiega il vice ministro alla Salute Pierpaolo Sileri, secondo cui “le indagini e i controlli sono essenziali alla comprensione dei fatti, della responsabilità e soprattutto della giustizia e della verità che si devono ai parenti delle vittime.”

Le indagini. “Sono dell’avviso – ha proseguito il vice ministro – che la magistratura e i carabinieri del Nas stiano conducendo un lavoro straordinario in tutta Italia e che debbano essere loro il nostro riferimento per l’acquisizione di informazioni utili alla ricostruzione dei giorni più duri della pandemia. L’esperienza del Covid-19 – conclude Sileri – ci ha insegnato che è fondamentale indagare, nel senso di comprendere e ricostruire ciò che è successo, ma anche imparare da ciò che è accaduto ed investire affinché non accada ancora”.