Home Tags Posts tagged with "Chora Media"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta

LEGGI ANCHE...

I cittadini interessati possono accedere alla guida personalizzata e interattiva dal link dedicato nella loro area MyINPS del portale subito dopo aver ricevuto il verbale sanitario.

Per garantire la massima inclusività ed accessibilità, dopo aver rilasciato tra dicembre 2023 e marzo 2024 il servizio di video guida personalizzata e interattiva sottotitolata per i destinatari di verbali sanitari di invalidità civile e sordità, l’Istituto ha progettato per i destinatari di verbali sanitari di cecità parziale o totale un’audio guida, accessibile e navigabile con i dispositivi più diffusi per chi ha disabilità visive. Si tratta di una pagina HTML 5 con testo guida, tracce audio personalizzate e link ai servizi dedicati.

Entrambi i servizi sono stati realizzati nell’ambito del progetto PNRR – Sistema di comunicazione organizzativa personalizzata per gli utenti – step 2.

L’avviso viene notificato tramite sms o e-mail a chi ha inserito i propri contatti aggiornati nella sezione Gestione consensi del MyINPS. Lo stesso avviso viene notificato anche nelle app INPS Mobile e IO, dalle quali il servizio è fruibile.

Gabriele Fava, Presidente INPS

“Questi nuovi prodotti, che rientrano nella più ampia strategia dell’Istituto ispirata alla proattività e volta all’inclusività di tutti i cittadini, sviluppata in sinergia con il Ministero della disabilità, segnano un ulteriore passo avanti verso una maggiore semplificazione e accessibilità dei servizi, in linea con la visione di un INPS attento ai nuovi bisogni di welfare secondo il ciclo di vita delle persone. Sono progettati in ottica del nuovo portale della disabilità che stiamo implementando grazie ai fondi destinati dalla Ministra Alessandra Locatelli”

La platea di destinatari

Nel 2023 l’INPS ha emesso 1.538.590 verbali di invalidità civile, 28.524 verbali di cecità e 4.407 verbali di sordità. Dal 22 dicembre dello scorso anno al 31 maggio 2024 INPS ha già comunicato mediante questo servizio personalizzato l’emissione del verbale di invalidità civile e sordità a circa 591.974 richiedenti con 100.201 visualizzazioni uniche (17%), 54.767 interazioni (55%), una media di 3,4 visualizzazioni per utente e una valutazione di utilità pari a 4,3/5. Sono invece 2.711 le audioguide personalizzate e interattive erogate dal 3 maggio per i destinatari di verbali di cecità con 375 audio guide fruite (14%) e 323 interazioni (83%).

I contenuti del servizio

Con la video/audioguida personalizzata e interattiva l’Istituto comunica tempestivamente ad ogni utente l’emissione del verbale col giudizio medico-legale espresso al termine del processo di accertamento sanitario, le eventuali prestazioni economiche riconosciute e le agevolazioni fiscali previste per legge. I contenuti sono personalizzati anche con riferimento al nome del soggetto e ai diritti e obblighi derivanti dall’accertamento sanitario.

I servizi promossi tramite gli appositi link (call to action) inseriti al termine del video e delle tracce audio sono:

* il servizio di Download del codice QRcode – attestante lo status di invalidità civile (per richiedere subito alle agevolazioni previste per legge);

* il nuovo Portale della disabilità (punto di accesso unico alle informazioni e ai servizi in tema di invalidità civile, cecità civile, sordità, disabilità – legge 68/99 e handicap – legge 104/92 per facilitare l’interazione degli utenti con l’Istituto);

* il servizio Fascicolo previdenziale (per la verifica delle prestazioni erogate);

* il servizio di richiesta Deleghe identità digitale;

* il servizio di Cassetta postale online (per visualizzare\salvare la raccomandata inviata con allegato verbale sanitario)

* il servizio per richiedere la Disability card, che viene presentato con il relativo link di accesso al servizio solo nelle video guide destinate a chi ne ha diritto. Per ulteriori informazioni si rimanda ai Messaggi n. 2184 del 10 giugno, n. 1271 del 27 marzo 2024 e n. 4698 del 29 dicembre 2023.

“Cisco Security ha reso disponibili nell’ultimo anno più innovazioni che nel decennio precedente, e quest’anno saranno moltiplicate rispetto all’anno scorso,” ha dichiarato Jeetu Patel, Executive Vice President and General Manager for Security and Collaboration at Cisco. “Questi annunci ci aiutano a realizzare la visione di Cisco Security Cloud, offrendo ai nostri clienti una vera piattaforma di sicurezza per un mondo sempre più complesso e iper-distribuito. Grazie alle partnership con altri protagonisti del settore, alle acquisizioni strategiche e all’impegno per creare un ecosistema aperto, stiamo reimmaginando completamente la sicurezza dei nostri clienti.” 

1. Cisco Hypershield: fondere la sicurezza nella rete

Nell’aprile del 2024, Cisco ha annunciato Cisco Hypershield, una nuovissima architettura di sicurezza progettata per difendere i moderni data center grazie all’IA. Architettato per incorporare senza soluzione di continuità nuovi punti di applicazione nel suo tessuto, Hypershield incorpora l’applicazione della sicurezza nelle macchine virtuali o nei cluster Kubernetes nei cloud pubblici utilizzando una tecnologia open-source chiamata eBPF. È inoltre progettato per inserire l’applicazione della sicurezza nel silicio avanzato dei server e dei dispositivi di rete come gli switch. Oggi Cisco fa un grande passo avanti verso la realizzazione della sua visione annunciando il supporto di Cisco Hypershield per le DPU AMD Pensando, con una disponibilità mirata nei server Cisco Unified Computing System (UCS) e di altri fornitori di server leader entro la fine del 2024. 

“Siamo entusiasti di collaborare con Cisco per integrare le DPU AMD Pensando con Cisco Hypershield. Questa partnership mette insieme la tecnologia di accelerazione hardware all’avanguardia di AMD e le soluzioni di sicurezza avanzate di Cisco, consentendo alle aziende di ottenere prestazioni e flessibilità di sicurezza di rete senza precedenti,” ha sottolineato Soni Jiandani, General Manager, Networking Technology and Solutions Group, AMD. “Sfruttando le nostre DPU nei server dei clienti o nelle future piattaforme di rete Cisco, gli utenti di Hypershield possono usufruire di un throughput ad alta capacità e di un’applicazione intelligente dei criteri senza compromettere le prestazioni del carico di lavoro. Questa collaborazione rappresenta un significativo passo avanti nella fornitura di soluzioni di sicurezza robuste, scalabili ed efficienti per gli ambienti cloud privati.”

Sulla base di questo slancio, Cisco annuncia anche il supporto per le unità di elaborazione dell’infrastruttura (IPU) di Intel, la cui disponibilità sarà annunciata in futuro.

“Siamo soddisfatti dell’avanzamento della nostra collaborazione con Cisco, che combina l’accelerazione dell’infrastruttura all’avanguardia delle IPU Intel con l’innovativa architettura Hypershield di Cisco,” ha dichiarato Pere Monclus, Chief Technology Officer, Network and Edge Group at Intel. “Questa potente combinazione segna un significativo passo in avanti, consentendo alle aziende di realizzare un’architettura di sicurezza distribuita e guidata dall’intelligenza artificiale che passa senza soluzione di continuità dal cloud, ai data center, all’edge con prestazioni elevate ed efficienza energetica.”

2. Cisco Secure Firewall, sul podio per il secondo anno consecutivo

Per il secondo anno consecutivo, SE Labs ha nominato il Cisco Secure Firewall il miglior firewall di nuova generazione. Oggi, Cisco ha rafforzato la sua leadership di mercato con l’introduzione di Cisco Firewall Serie 1200, che offre prestazioni fino a tre volte superiori rispetto ai firewall della concorrenza. La serie 1200 è una nuova famiglia di dispositivi di firewall compatti e ad alte prestazioni abilitati per SD-WAN che eliminano la necessità di disporre di più dispositivi per switch, router e firewall nelle filiali aziendali. La disponibilità dei primi modelli della serie è prevista per ottobre 2024.

Cisco annuncia anche la nuova versione software 7.6 di Firewall Threat Defense (FTD), disponibile per tutti i firewall fisici e virtuali di Cisco. FTD 7.6 non solo migliora la sicurezza utilizzando l’intelligenza artificiale per prevenire le minacce zero-day ed estende il controllo delle applicazioni a oltre 70 applicazioni generative dell’intelligenza artificiale per proteggere le informazioni sensibili, ma semplifica anche il rollout delle reti delle filiali con modelli SD-WAN e di firewall predefiniti, oltre a supportare il provisioning zero-touch.

3. Cisco Security Cloud Control

Compiendo un altro passo da gigante, Cisco presenta Cisco Security Cloud Control per unificare la gestione di Cisco Security Cloud, a partire dal tessuto di sicurezza di rete che include Cisco Secure Firewall. Oltre gli assistenti AI, Security Cloud Control offre un approccio nativo AI per far emergere in modo proattivo informazioni utili e automatizzare la risoluzione in ambienti ibridi. I clienti beneficiano di policy più semplici e snelle e ottengono il massimo dall’investimento in Cisco Security con una configurazione ottimale. La disponibilità iniziale della gestione unificata con Security Cloud Control è prevista per settembre 2024 con il supporto di Secure Firewall Threat Defense, Secure Firewall ASA, Multicloud Defense e Hypershield.

“Siamo entusiasti dell’innovazione a livello di piattaforma che Cisco sta portando sul mercato con Security Cloud. L’incontro tra la sicurezza e la rete rappresenta un’enorme opportunità per i nostri clienti,” ha dichiarato Chris Conrad, Chris Konrad, Vice President, Global Cyber, World Wide Technology. “La promessa di ciò che Cisco Hypershield è in grado di offrire rappresenta una svolta per i nostri clienti, che saranno in grado di colmare  il gap causato da exploit e ottenere una segmentazione che in grado di adattarsi e di auto apprendere. Insieme alla nuova gestione basata sull’intelligenza artificiale attraverso Security Cloud Control e all’innovazione di qualità che continuiamo a vedere nel portafoglio di firewall Cisco, siamo in grado di offrire ai clienti un risultato impareggiabile, unito alle nostre capacità e competenze nei servizi.”

4. Una migliore telemetria significa un migliore Security Operations Center (SOC)

Le aziende che oggi si occupano di sicurezza devono essere anche aziende che si occupano di intelligenza artificiale, e questo richiede dati. Cisco ha una visibilità senza pari sugli ambienti IT dei suoi clienti. Abbracciando questo concetto e basandosi sull’integrazione recentemente annunciata di Cisco Extended Detection and Response (XDR) e Splunk Enterprise Security, Cisco continua a unificare il suo portafoglio di soluzioni per mantenere la promessa del SOC del futuro, alimentato dall’impareggiabile telemetria di Cisco per rilevare meglio i movimenti laterali.

  • Splunk + Cisco Security Cloud: i team delle operazioni di sicurezza possono sfruttare appieno la telemetria e gli avvisi di Cisco Security Cloud come parte di un flusso di lavoro unificato di rilevamento, indagine e risposta alle minacce in Splunk. Il nuovo Cisco Security Cloud Technology Add-on (TA) per Splunk è un modo semplice e affidabile per ottenere un’ampia gamma di risultati di telemetria e analisi di Cisco Security Cloud in Splunk. Cisco Duo e Secure Malware Analytics sono già disponibili, mentre altre fonti saranno aggiunte nei prossimi mesi. 
  • Cisco XDR + Cisco Meraki MX: i clienti saranno in grado di vedere e bloccare rapidamente e facilmente gli attacchi basati sulla rete grazie a una nuova integrazione nativa in arrivo che fornirà la telemetria di rete dalle appliance Meraki MX direttamente a Cisco XDR. Con pochi clic, Cisco XDR può iniziare ad analizzare la telemetria di rete in aziende anche molto distribuite e a correlarla con altre telemetrie per dare priorità alle minacce attive.

“Le aziende di tutte le dimensioni continuano a essere messe alla prova sul fronte della sicurezza. L’intelligenza artificiale generativa sta consentendo ai malintenzionati di disporre di nuove capacità per lanciare attacchi automatizzati su larga scala, comporre e-mail di phishing grammaticalmente corrette e realistiche e orchestrare falsificazioni profonde che mettono a dura prova le piattaforme di gestione degli accessi alle identità. La potenza combinata di Splunk e Cisco Security Cloud potrebbe rappresentare un salto di qualità per i difensori nella mitigazione dei danni collaterali,” ha dichiarato Will Townsend, Vice President and Principal Analyst, Moor Insights & Strategy. “Cisco sta già mostrando le prime integrazioni di Splunk che intrecciano analisi avanzate e IA in un’architettura di sicurezza erogata in cloud.”

“La telemetria di rete è costantemente classificata tra i primi tre segnali di sicurezza più importanti,” ha sottolineato Dave Gruber, Principal Analyst, Enterprise Strategy Group. “L’integrazione nativa tra Cisco XDR e Meraki MX rafforza le capacità di rilevamento e indagine, semplificando al contempo l’implementazione e la gestione: una funzionalità particolarmente utile per le aziende IT snelle e distribuite. La convergenza delle operazioni di rete e sicurezza pone le basi per lo SNOC del futuro.”

Ecosistema di sicurezza integrato e aperto

In un mondo come quello odierno, in cui il panorama delle minacce è in rapida evoluzione, la richiesta da parte delle aziende di un ecosistema di sicurezza integrato e aperto è più forte che mai. Cisco Security Cloud è stato costruito per offrire ai clienti risultati migliori in termini di sicurezza, evitando la dipendenza da un unico fornitore e ottimizzando invece la collaborazione con altri vendor del settore contro un avversario comune: il criminale informatico. Per portare avanti questa missione e differenziarsi con un solido ecosistema tecnologico, Cisco annuncia la sua ultima collaborazione con Google. Cisco sta lavorando con Google per portare la protezione dalle minacce basata sul browser di Chrome Enterprise alle applicazioni web protette da Cisco Secure Access. Poiché il lavoro moderno si svolge sempre più sul web, un browser aziendale sicuro rafforza e semplifica la sicurezza degli endpoint nell’ambito di iniziative più ampie di zero trust.

“Cisco condivide la nostra visione di un’architettura zero trust più olistica, migliore per gli utenti e più facile da implementare e gestire da parte dei team IT,” ha dichiarato Sunil Potti, General Manager and Vice President of Cloud Security at Google Cloud. “Siamo entusiasti di lavorare insieme per offrire una combinazione di protezione basata su browser e cloud che si traduce in un’esperienza utente sicura e senza attriti.”

Questa partnership si basa sul successo dell’integrazione tra Chrome Enterprise e Cisco Duo per consentire l’accesso end-to-end a zero trust, compresa l’affidabilità del dispositivo, l’autorizzazione senza compromessi e l’accesso sicuro alle applicazioni su dispositivi gestiti e non gestiti. Insieme, le aziende si impegnano a fornire soluzioni di sicurezza innovative in grado di affrontare il panorama delle minacce informatiche in continua evoluzione.

Cisco protegge il 100% delle aziende Fortune 100. Per saperne di più: cisco.com/go/security.