Home Tags Posts tagged with "contest"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta

LEGGI ANCHE...

Dopo mesi di trattativa è stato finalmente raggiunto l’accordo tra le organizzazioni sindacali e  la multinazionale inglese Praesidiad,  controllata dal fondo Carlyle proprietaria della Betafence di Tortoreto in Abruzzo che  produce recinzioni metalliche e sistemi di sicurezza esportati in tutto il mondo, in cui lavorano oltre 150 lavoratori che sommati all’indotto arrivano circa a 250. Lo dichiarano in una nota il Segretario generale Fim Cisl, Roberto Benaglia e il Segretario Fim Cisl Teramo, Marco Boccanera.

La multinazionale belga aveva annunciato nel luglio del 2020 la delocalizzazione della produzione in Polona e la chiusura del sito.  Dopo mesi di lotta e  la riapertura della trattativa ha visto in questi giorni il raggiungimento di un accordo, in sede regionale,  che ridà serenità e una prospettiva sul futuro alle famiglie delle lavoratrici e lavoratori del sito della Val Vibrata.

E’ stato un accordo duro da raggiungere dopo mesi di trattativa,  l’intesa raggiunta ha permesso centrare tre importanti obiettivi: togliere dal tavolo la  delocalizzazione da parte della proprietà del sito abruzzese, e quindi la chiusura;  scongiurato lo spettro dei licenziamenti alla fine del blocco il 31 marzo prossimo e in ultimo,  la garanzia di lavoro data dalla firma del contratto di solidarietà per 12 mesi, a partire dal mese di luglio di quest’anno,  con l’impegno da parte dell’azienda  ad integrare economicamente ad ogni lavoratore la perdita salariale dovuta all’attuazione del contratto di solidarietà.

Quest’intesa rappresenta un grande risultato per il sindacato, i lavoratori e le loro famiglie che per mesi si sono battuti per una vertenza importante per il territorio che riconosce la  professionalità e della produttività del sito della Val Vibrata, un’eccellenza da anni del settore. Ci aspettiamo ora un rilancio dell’azienda con investimenti che permettano di guardare con speranza al futuro e una maggiore attenzione da parte della politica verso queste importanti realtà industriali presenti in Abruzzo e in tutto il Centro e Mezzogiorno del Paese che sono la spina dorsale della nostra economia.

Secondo i dati forniti dal Ministero della Salute, nella giornata odierna in Italia si registrano 17.083 nuovi casi di Covid a fronte di 335.983 tamponi (molecolari e antigenici) effettuati con un tasso di positività che si attesta al 5,1%, in calo dello 2,6% rispetto a ieri quando era al 7,6%. Il numero delle vittime nelle ultime 24 ore è di 343 unità a fronte dei 246 decessi registrati nella giornata di ieri per un totale da inizio pandemia di 98.288 morti per Covid.

La situazione negli ospedali. Nelle ultime 24 ore sono in aumento di 38 unità le persone ricoverate in terapia intensiva, sempre stando al saldo giornaliero tra ingressi e uscite. In totale i pazienti attualmente ricoverati in terapia intensiva sono 2.327. Gl ingressi giornalieri in rianimazione sono stati ben 222. I pazienti ricoverati nei reparti ordinari, invece, sono 458 in più rispetto a ieri per un totale di 19.570 persone.