Home Tags Posts tagged with "dazi"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta

LEGGI ANCHE...

È ufficiale: la Serie A riprende il 20 e 21 giugno con quattro recuperi. Poi, dal 22, spazio all’ottava giornata di ritorno. Il comunicato ufficiale della Lega uscito venerdì 29 maggio lo conferma: “L’Assemblea della Lega Serie A si è riunita oggi alla presenza di tutte le 20 società collegate in video conferenza. I club hanno accolto con soddisfazione il via libera alla ripresa della Serie A TIM comunicato ieri dal Ministro Spadafora e hanno votato all’unanimità la disputa dei 4 recuperi della sesta giornata di ritorno nel weekend del 20/21 giugno e la programmazione dell’ottava giornata di ritorno a partire da lunedì 22 giugno. Inoltre, accogliendo l’auspicio del Ministro Spadafora, l’attività sportiva della stagione 2019/2020 riprenderà da subito con la Coppa Italia, la cui finale è programmata per il giorno 17 giugno. Date e orari delle gare saranno resi noti dalla Lega Serie A nei prossimi giorni”.

Si giocherà tutti i giorni, 124 gare, 127 con quelle di Coppa Italia in appena un mese e mezzo: da metà giugno al 2 agosto, sarà una full immersion di calcio per chiudere ufficialmente la stagione che era stata interrotta a marzo. Si giocherà principalmente di notte. Solamente 10 partite si giocheranno di pomeriggio, l’8% si svolgeranno alle 17.15, nessuna al Sud e con nessun club che scenderà in campo due volte in diurna per due volte nei prossimi due mesi. Oltre la metà dei match verrà disputata alel 21.45 e una cinquantina alle 19.30.

Accolte le richieste dell’Associazione Calciatori, che ha contestato l’idea della Lega di giocare alle 16. D’estate, dicono i giocatori, fa troppo caldo per scendere in campo a metà pomeriggio. “E’ una questione di salute, non un capriccio” aveva ribadito più volte Damiano Tommasi. Il calendario completo verrà ufficializzato nelle prossime ore, con anche orari di anticipi e postici, fino alla quartultima giornata. Le ultime tre gare saranno soggette alla contemporaneità per le squadre con gli stessi obbiettivi. Se ne riparlerà più avanti.

Ad alzare il sipario saranno i quattro recuperi: Atalanta-Sassuolo, Hellas Verona-Cagliari, Inter-Sampdoria e Torino-Parma, tra il 20 e 21 giungo. In queste ore è atteso il semaforo verde del ministro Spadafora per la Coppa Italia, le due semifinali di ritorno dovrebbe disputarsi la settimana precedente. Il 12 giugno dovrebbe giocarsi il ritorno di Juventus-Milan e il giorno successivo quello di Napoli-Inter.

La ripartenza è un mosaico complesso a cui mancano ancora delle tessere importanti. Rimane da definire il piano B che scatterebbe in caso di nuova sospensione del torneo, coi club che hanno detto più volte di essere contrari ai playoff. Da definire resta anche il piano C, in caso di interruzione del campionato senza il tempo di ulteriori spareggi: l’algoritmo annunciato dal presidente Gravina in caso di stop definitivo non ha convinto per nulla i club.

In occasione della Festa della Repubblica il 2 giugno 2020, c’è attesa a Roma per il passaggio delle Frecce Tricolori sulle note di “Nessun Dorma” cantata da Pavarotti. Non ci sarà però la tradizionale parata ai Fori Imperiali a causa del Covid. Le celebrazioni saranno più raccolte: il presidente della Repubblica Sergio Mattarella deporrà la corona d’alloro sull’Altare della Patria, mentre il cielo della Capitale si tingerà di tricolore, e poi si recherà nel Lodigiano, a Codogno, per far visita a una delle comunità più devastate dall’epidemia in Italia.

In assenza di festeggiamenti a causa della pandemia, il momento più spettacolare sarà proprio il passaggio degli aerei con la scia tricolore che inizierà alle 9.00 e durerà circa 15 minuti. Le Frecce Tricolori spareranno la nube di fumo verde-bianco-rosso sopra piazza Venezia quando il Capo dello Stato sarà sull’Altare della Patria per deporre la corona d’alloro. Per festeggiare assieme a tutto il Paese la Festa della Repubblica e celebrare il tanto sospirato, seppur prudente, ritorno alla normalità, martedì 2 giugno il FAI, Fondo Ambiente Italiano aprirà a contributo libero volontario i suoi Beni, tra cui Parco Villa Gregoriana, Tivoli (Rm), per offrire ai visitatori, in un’occasione così solenne, una giornata speciale nei luoghi meravigliosi di cui si prende cura in tutta Italia, rappresentativi del nostro inestimabile patrimonio storico, artistico e paesaggistico in cui la Nazione intera si riconosce e si ritrova.

Riaprono i Musei Civici. Dal 2 giugno, inoltre, riaprono al pubblico tutti gli spazi del Sistema Musei in Comune di Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Dopo la ripresa delle attività dei Musei Capitolini e del Museo di Roma a Palazzo Braschi, lo scorso 19 maggio, riaprono anche Museo dell’Ara Pacis, Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, Centrale Montemartini, Museo di Roma in Trastevere, Galleria d’Arte Moderna, Musei di Villa Torlonia, Museo Civico di Zoologia, Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese, Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, Museo Napoleonico, Museo Pietro Canonica, Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina, Museo di Casal de’ Pazzi, Museo delle Mura. Dalla stessa data, saranno nuovamente visitabili le aree archeologiche dei Fori Imperiali e del Circo Massimo.