Home Tags Posts tagged with "lockdown"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta

LEGGI ANCHE...

E’ un drammatico appello quello lanciato al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e al premier, Antonio Conte da cento professori e scienziati. “Subito misure drastiche per contenere il Covid” si legge nella missiva, nella quale si invita a dare “piena adesione” alla richiesta di Giorgio Parisi, presidente dei Lincei, di “assumere provvedimenti stringenti e drastici nei prossimi due o tre giorni” per “evitare che i numeri del contagio in Italia arrivino inevitabilmente nelle prossime tre settimane, a produrre centinaia di decessi al giorno”.

Possibili conseguenze. Secondo Parisi senza misure drastiche in Italia da metà novembre ci saranno 500 morti al giorno. Il documento è sottoscritto da scienziati e docenti universitari. Tra questi il rettore della Normale di Pisa, Luigi Ambrosio, e Fernando Ferroni, già presidente dell’Istituto nazionale di fisica naturale. Ma ancora: Gianfranco Viesti, economista dell’Università di Bari; Carlo Doglioni, geologo e presidente Istituto nazionale geofisica e vulcanologia; Alfio Quarteroni, matematico; Enzo Marinari, ordinario di Fisica alla Sapienza; Roberta Calvano, ordinaria di Diritto costituzionale Unitelma Sapienza; Piero Marcati, prorettore Gran Sasso Institute; Alessandra Celletti, astronoma e vicepresidente Anvur.

I timori sui contagi. “Come scienziati, ricercatori, professori universitari – spiegano nella lettera – riteniamo doveroso ed urgente esprimere la nostra più viva preoccupazione in merito alla fase attuale di diffusione della pandemia da Covid 19 e riteniamo utile segnalare” a Mattarella e Conte “le stime riportate nell’articolo del presidente dell’Accademia dei lincei, professor Giorgio Parisi, pubblicato nelle scorse ore nel blog dell’Huffington Post”.

Il diritto alla salute. Secondo gli scienziati e i docenti l’obiettivo principale deve essere quello di “salvaguardare il diritto alla salute individuale e collettiva sancito nell’art. 32 della Carta costituzionale come inviolabile”. Adottare misure efficaci serve, secondo quanto riporta la lettera, anche a ” salvare l’economia e i posti di lavoro. Più tempo si aspetta, più le misure che si prenderanno dovranno essere più dure, durare più a lungo, producendo quindi un impatto economico maggiore”.

E’ un successo, che fa impressione, quello dell’Ajax nella sesta giornata del campionato olandese. I Lancieri, prossimi avversari dell’Atalanta nel girone di Champions League, hanno infatti rifilato un incredibile 13-0 ai malcapitati del Venlo.Un record assoluto nella storia della Eredivisie. Una tempesta di gol abbattutasi sulla squadra nella quale militano anche le meteore di Napoli e Roma Machach e Coric iniziata al 13° del primo tempo, col primo dei due gol realizzati da Ekkelenkamp.

Alla festa del gol si sono aggiunti Lassina Traore, attaccante classe 2001 nativo del Burkina Faso autore di ben 5 reti, Tadic, l’ex milanista Huntelaar con una doppietta, Antony, Blind e Lisandro Martinez. Una dimostrazione di forza che deve generare la giusta preoccupazione per un’Atalanta reduce dalla brutta prova e dal ko interno con la Sampdoria (la seconda di fila dopo il pesante 1-4 di Napoli) e che nei due successivi turni del girone di Champions è attesa dalla doppia sfida al Liverpool.

Back to 1957. Per trovare un risultato così tennistico in uno dei principali campionati europei occorre riportare le lancette della storia di più di mezzo secolo. Stando a Transfermarkt, l’unica vittoria più ampia nella storia dei campionati di Italia, Inghilterra, Francia, Spagna, Olanda, Germania, Russia, Portogallo, Austria, Belgio e Scozia è Wacker Vienna-Kapfenberg 14-0 (Austria) del 18.05.1957.

L’Ajax batte il suo stesso record. Il precedente record per il punteggio più alto nell’Eredivise era detenuto sempre dall’Ajax che aveva battuto il Vitesse 12-1 nel 1972. Secondo gli statistici, nei torneo europei il record resta quello di Wacker Vienna-Kapfenberg 14-0 del 1957 nel massimo campionato austriaco.