Home Tags Posts tagged with "steward"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta

LEGGI ANCHE...

Nel 2021 il Pil ai prezzi di mercato risulta pari a 1.782.050 milioni di euro correnti, con una revisione al rialzo di 6.614 milioni rispetto alla stima di aprile scorso. Per il 2020 il livello del Pil risulta rivisto verso l’alto di 3.660 milioni di euro. E’ quanto ha fatto sapere l’Istat in una nota spiegando che nel 2021 il tasso di variazione del Pil in volume è pari a +6,7%, con una revisione al rialzo di 0,1 punti percentuali rispetto alla stima di aprile. Sulla base dei nuovi dati, nel 2020 il Pil in volume è sceso del 9,0%, invariato rispetto alla stima di aprile.

Nel 2021 gli investimenti fissi lordi sono aumentati in volume del 16,5%, i consumi finali nazionali del 4,2%, le esportazioni di beni e servizi del 13,4% e le importazioni del 14,7%. Il valore aggiunto in volume – prosegue l’Istituto di statistica – è aumentato dell’11,5% nell’industria in senso stretto, del 21,6% nelle costruzioni e del 4,7% nel settore dei servizi, mentre è diminuito dell’1,3% nel settore dell’agricoltura, silvicoltura e pesca. Nel 2021, per l’insieme delle società non finanziarie la quota di profitto è pari al 41,0% e il tasso di investimento è pari al 23,1%.

Il reddito disponibile delle famiglie consumatrici ha segnato nel 2021 un aumento del 3,7% in valori correnti e del 2,1% in termini di potere d’acquisto. Il contestuale aumento dei consumi privati (+6,9%), ha generato una flessione della propensione al risparmio delle famiglie passata al 13,1% dal 15,6% del 2020.

L’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil è pari nel 2021 a -7,2% (-9,5% nel 2020), invariato rispetto alla stima pubblicata ad aprile. Il saldo primario – conclude l’Istat – (indebitamento netto meno la spesa per interessi) è pari a -3,7% del Pil.

È partito ieri il Laboratorio di Sistemi embedded e IoT presso la sede di VEM sistemi: si tratta del primo corso ospitato dal system integrator di Forlì che fa parte del nuovo, e unico in Italia, percorso di laurea professionalizzante in “Tecnologie dei Sistemi Informatici” dell’Università di Bologna, realizzato in collaborazione con VEM sistemi.

Tenuto da un professionista VEM, il System Engineer Alessandro Maretti, il laboratorio si occuperà delle principali tecnologie embedded, dai chip ai sensori ed è dedicato agli studenti del secondo anno. Il corso, in particolare, è esempio dell’attenzione di VEM nei confronti del mondo accademico per contribuire ad accelerare il processo di formazione di nuovi professionisti, indispensabili in un mondo sempre più digitalizzato. Per questo motivo, VEM supporta con entusiasmo gli studenti del corso, aprendo loro le porte dell’azienda e mettendo a disposizione competenze e conoscenze. Gli studenti presso l’headquarter VEM di Forlì potranno usufruire di diversi spazi dedicati all’interno di VEGA (Vem Experience Garden & Academy) tra cui un’aula “Academy” altamente tecnologica, laboratori e diversi spazi innovativi e polifunzionali che consentiranno loro di mettersi alla prova in un contesto profondamente dinamico e stimolante.

“Come VEM sistemi abbiamo dedicato investimenti, spazi, laboratori e docenti a questo progetto che ci vede protagonisti insieme all’Università di Bologna sede di Cesena.” Dichiara il Presidente di VEM sistemi Davide Stefanelli. “Riteniamo che mettere a disposizione dei giovani studenti la nostra conoscenza del settore digitale e il nostro know how tecnologico possa essere un elemento differenziante per trovare velocemente lavoro e mettere le basi per una crescita professionale piena di soddisfazioni, magari proprio in VEM. Negli anni come azienda siamo diventati un punto di riferimento nazionale nel nostro settore ma vogliamo che tutto il nostro territorio diventi un centro di eccellenza digitale, e per questo siamo partiti dalla formazione dei futuri manager digitali. La digitalizzazione è oggi un elemento di competitività fondamentale per le aziende ma il suo sviluppo è limitato dalla mancanza di specialisti digitali. Formare oggi i giovani che vogliono intraprendere una professione nel campo informatico, vuol dire aiutare tutto il territorio ad aumentare la propria competitività”, conclude Stefanelli.

Il Laboratorio di Sistemi embedded e IoT è il primo corso ospitato da VEM sistemi ma in calendario è già previsto il secondo: Laboratorio dei sistemi di rete che sarà incentrato sul networking e inizierà nei primi mesi del 2023.

Il corso triennale di laurea professionalizzante in “Tecnologie dei Sistemi Informatici” di cui VEM sistemi è partner assieme ad altre aziende del territorio, è unico in Italia nell’ambito informatico ed è caratterizzato da un approccio didattico innovativo orientato al saper fare: consente infatti agli universitari di approfondire contenuti attuali con un particolare focus, fin dal primo anno, agli aspetti pratici con forte attenzione ai casi reali, approfonditi nel considerevole numero di ore di tirocinio in azienda. Si svolge presso il campus di Cesena dell’Università di Bologna e forma professionisti in grado di progettare, sviluppare e gestire sistemi e applicazioni in ambito informatico, in particolare quelli operanti in rete e dispiegati in cloud su piattaforme di virtualizzazione e su sistemi embedded, concentrando l’interesse principalmente sugli aspetti software e di configurazione software dei sistemi.

– Nota stampa VEM –